La mia stagione

 

Sono nata a novembre,
nella bassa padana,
quando i giorni si spengono presto
e le mondine scoppiettano al fuoco,
fra le vecchie mura scaldate dal camino
di una casa di campagna
e le lenzuola di canapa filata.

E chissà come ho saputo
che novembre è un mese bigio
– mi dissero negli anni dopo
che il ventre elessi a mio rifugio –
ma la vita chiama e le sue leggi
segue, anche a novembre,
e così son nata.

In bilico fra due stagioni:
così son mie l’autunno e l’inverno.
La nebbia che m’avvolge,
i profumi, gli odori e pure
quel freddo che s’aggancia alle ossa,
la luce smorta, le foglie a terra e poi
la neve che viene…

 

Annunci

10 thoughts on “La mia stagione

  1. I colori dell’autunno sono anche i miei…e l’odore del muschio e le foglie che ingialliscono i viali.
    Un abbraccio ,amica mia, un pesiero affettuoso e auguri tanti tanti.
    Mara

  2. nella bassa padana amiamo l’autunno con le sue atmosfere ovattate. La poesia è bellissima e la faccio mia, essendo nata a dicembre
    Baci e buona settimana

  3. Intuisco un nuovo modo nel tuo poetare, scarno, essenziale, senza voli pindarici, attaccato alla terra, ai suoi profumi e alle sfumature dei colori.
    Intuisco una malinconia che mi fermo a condividere, in silenzio, rileggendo.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...