Ciao S.

Voglio ricordare oggi,
proprio oggi, noi coetanei
che dividevamo i giochi,
quando le nostre madri
chiacchieravano ore.
E quando l’occasione
ci aveva permesso di essere
quasi colleghi, i nostri padri
che facevano lo stesso lavoro,
che tu poi hai scelto.
La gioia del tuo matrimonio,
del mio, i figli, la vita col suo girare
che ci aveva fatto perdere di vista.
Di recente ci siamo ritrovati a qualche funerale,
con gli occhi umidi e le conoscenze comuni.
Oggi  ho letto il tuo nome
accanto ad una foto di lamiere contorte.
La vita gira. Poi si ferma. Qualcuno scende.
Fra tre giorni verrò a salutarti
e non so dove metterò i miei occhi.

Annunci

6 thoughts on “Ciao S.

  1. Indossi il dolore con un’eleganza essenziale, come deve fare la poesia, che altrove nel dolore si perde per eccesso. Ed è proprio la poesia, quando dice e non dice, che non sa dove mettere gli occhi.
    Mi stai incantando, Ars….

  2. E tra le lamiere contorte di un pullman rovesciato sull’autostrada pochi giorni fa si è fermata la vita di una persona a me molto cara, quasi una sorella. La vie ne fait pas des cadeaux…

  3. Struggente è dire poco.La vita mischia le carte. Ad alcuni le toglie.
    Ad altri, da il compito di conservare il tempo come in uno scrigno
    Il tempo e il valore che si è avuto l’onore di condividere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...