Simil-solitudini

Ah!, gatta
Il tuo allontanarti da me
quel poco
mi ferisce.

Ma ti somiglio e,
come te, cerco
momenti di occasionale
solitudine.

Alfine,
quella ferita dolorosa
è ben poca cosa.

Annunci

3 thoughts on “Simil-solitudini

  1. Sì, il dolore va sfiorato, quando è possibile, il prima possibile, con la stessa eleganza con la quale i gatti si strusciano alle nostre gambe.
    …o con l’eleganza di una poesia come questa.
    🙂

  2. E’ l’indole dell’uomo cercare sempre possibili solitudini… che altri non è che un animale come il gatto… cerca il suo posto… traccia il suo territorio… sempre pronto a dar d’artigli con l’intruso! Il dolore credo sia più cosa umana… subirlo e provocarlo.. ma è sempre ben poca cosa rispetto ad una solitudine subita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...