Hi, Wislawa

Certi poeti non ci lasciano mai.
Soprattutto non ci lasciano soli.
Una cipolla è una cipolla ma, oggetto di un verso, nel momento in cui la sfogli e la tagli, piangi un po’ meno: riesci a vedere il lato  bello e  nascosto della cipolla.
Anche l’amore, visto attraverso i suoi occhi, apre i miei occhi, sempre troppo sonnacchiosi sui giorni.
E i giorni, i miei, sarebbero troppo uguali a loro stessi se Wislawa, ma anche Alda, ma anche altri, non mi avessero donato manciate di parole per dirmi: guarda, osserva, ascolta nel silenzio.
E non è soltanto un silenzio d’orecchio, più spesso un silenzio d’anima che si faticaa trovare.
Puoi amare una poesia per il sorriso che ti lascia, come l’incontro con una cara amica. O per il potere che ha di lacerarti il cuore, come uno schiaffo che non ti aspettavi.
E forse, comprendi che senza i poeti questo mondo sarebbe meno facile da digerire.
E allora, grazie anche a te Wislawa, per non avermi lasciato.
Per non avermi lasciato sola.
Per avermi ricordato che senza sogni non si va da nessuna parte.

Annunci

One thought on “Hi, Wislawa

  1. senza sogni non saremmo vivi
    senza poesia non c’è Amore

    …sono sempre più convinta che solo la poesia può salvare il mondo..

    ti abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...