Tutt’intorno

Un burattino senza fili
manovra la fiera dell’assurdo
e mentre tutto affonda
lui, piccolo uomo di legno,
resta a galla.
Per gli altri,
oltre al danno, il dolore;
oltre al danno, la beffa.
Tutt’intorno un mare
d’acqua e di guai;
tutt’intorno un affaccendarsi
che ricorda quello delle formiche.
Piccole formiche operose.
E il tempo inesorabile
che non inganna mai
e beffardo sfida gli uomini,
soprattutto quelli di buona volontà.
Rimane un burattino senza fili
che, d’improvviso s’è messo a parlare:
un poco a vanvera, a dire il vero;
poco credibile, a dire il vero.
Anzi, poco dignitoso nel suo essere legno,
ma solo in quanto finto.
Anzi, fin troppo vero,
nella sua follia di burattino.

Annunci

One thought on “Tutt’intorno

  1. Il mare esige dignità.
    Guai a quegli uomini che vi si accostano con tracotanza,
    supponenza, superficialità. Dimenticando che sono suoi ospiti
    Dimenticando che per navigare occorre il coraggio dell’umiltà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...